E’ stato prorogato al 05/07/2019 il termine per la presentazione delle domande di voucher concesso da Sviluppumbriaper le attività di sostegno all’internazionalizzazione.

Le informazioni e la documentazione sono disponibili al link http://www.sviluppumbria.it/-/internazionalizzazione-avviso-voucher-2018 .

Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sull’agevolazione, che riguarda, fra l’altro, anche le spese per adeguamento di siti web, portali e altri ambienti web-based in inglese o nella lingua del/i Paese/i target, consulenze per l’attivazione e iscrizione  a piattaforme di e-commerce B2C o B2B esistenti, realizzazione di attività di web marketing rivolte ai mercati target.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per i servizi consulenziali descritti di seguito.

  1. “Supporto all’internazionalizzazione” (50% fino a un max di 7.000,00 euro di contributo pubblico) per:
    • ricorso a un Temporary Export Manager (TEM) per il processo di internazionalizzazione. I TEM dovranno essere individuati esclusivamente tra le società iscritte nell’apposito elenco del MISE (Allegato 6). Potrà essere attivato un contratto di assistenza massimo di 6 mesi per un importo massimo di euro 14.000,00.
      Questo servizio non è richiedibile per le imprese che hanno già un TEM attivo concesso dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) a valere sull’Avviso previsto dal Decreto MISE del 7 aprile 2015.
  2. Servizi per l’internazionalizzazione” (50% fino a un max di 3.500,00 euro di contributo pubblico) per:
    • assistenza legale inerente alla contrattualistica internazionale, la gestione delle controversie e recupero dei crediti con riferimento a mercati esteri;
    • consulenza fiscale su aspetti inerenti la fiscalità societaria e commerciale in contesti internazionali,
    • consulenza doganale su aspetti tecnici, legislativi e procedurali connessi all’import/export;
    • ideazione e realizzazione di design e brand per la penetrazione nei mercati esteri.
  3. “Promozione sui mercati esteri” (50% fino a un max di 3.500,00 euro di contributo pubblico) per:
    • adeguamento di siti web, portali e altri ambienti web-based in inglese o nella lingua del/i Paese/i target;
    • consulenze per l’attivazione e iscrizione a piattaforme di e-commerce B2C o B2B esistenti;
    • realizzazione di attività di web marketing rivolte ai mercati target.
  4. “Servizi per l’adeguamento tecnico ai mercati internazionali” (50% fino a un max di 3.500,00 euro di contributo pubblico) per:
    • certificazioni estere di prodotto;
    • registrazione dei diritti di privativa industriale (marchi e brevetti) all’estero;
    • certificazioni di qualità comunque conformi alle pertinenti norme europee e che agevolano la penetrazione su determinati mercati esteri.

Le spese sono ammissibili se il fornitore ha una esperienza almeno triennale nella fornitura dei servizi specifici oggetto della domanda.

Contributo

Viene concesso un contributo a fondo perduto nella forma del voucher.
Un’impresa può presentare una sola domanda, che può riguardare al massimo 2 servizi appartenenti a categorie diverse.
Il contributo è il 50% delle spese ammissibili e non può essere superiore a 10.500 euro.

Presentazione della domanda

La domanda può essere presentata fino alle ore 13 del 05/07/2019, esclusivamente in via telematica nel sito di Sviluppumbria e completata con l’invio successivo di PEC.