Vendo on line, dunque sono”, una certezza che avvolge qualsiasi azienda, commerciante o società di servizi decida di fare il grande passo dal “negozio reale” a quello virtuale.

E’ una scelta obbligata per chi vuole “esistere” sul mercato – oggi sempre più indistinto tra web e realtà – ma che richiede altrettanti “obblighi” da parte di chi desidera strutturare una vendita attraverso un portale e-commerce, seguendo un trend che nel nostro Paese viaggia da anni a doppia cifra (nel solo 2017 le vendite via web sono cresciute del 16% rispetto all’anno precedente).

Velocità, trasparenza, qualità del servizio, posizionamento e indicizzazione, sono caratteristiche fondamentali per una piattaforma tecnologica che dialoghi con i consumatori di tutto il mondo.
A tutto ciò si aggiunge un’altra caratteristica che, in questa fase, rappresenta una forte discriminante per il successo di un portale e-commerce: la disponibilità delle informazioni su prezzi e prodotti.

Internet è sempre più un “contenitore” di informazioni e i consumatori sono sempre di più a caccia di quelle utili per essere orientati nella scelta di prodotti e servizi on line più convenienti: offerta e domanda si inseguono al rialzo ed è tutto un fiorire di piattaforme che concorrono ad assecondare questo “mercato” delle informazioni.

Per questo si parla sempre di più di “info commerce”, quella sana abitudine che abbiamo sempre sperimentato nella realtà di tutti i giorni, e cioè ricercare il prodotto migliore al prezzo più basso, con le migliori referenze da parte ci chi lo ha già acquistato, e procurarselo nel negozio più vicino.

Basti pensare che, secondo la School of Management del Politecnico di Milano, circa 18 milioni di italiani usano il web per fare “info commerce”, cioè ricercare informazioni su prodotti e servizi, e comparare i prezzi.

L’info commerce, quindi, suggerisce di non limitarsi ad avere un bel sito, ben posizionato, con prodotti ben fotografati e descrizioni precise ed accattivanti.

Ma impone a chiunque voglia vincere nello sconfinato mercato dell’on line, ad occuparsi della diffusione massiva di informazioni sui propri prodotti e servizi, affinché siano visibili sul web e in grado di rafforzare la brand reputation dell’azienda e la reputazione di ciò che si vende on line.

L’elemento chiave dell’info commerce è rappresentato dalla tendenza ad informarsi sul miglior prezzo in circolazione, attraverso portali che paragonano le offerte dei venditori on line specie nei settori dell’elettronica, degli immobili, dell’abbigliamento, delle assicurazioni auto e del turismo: in questo caso, il navigatore valuta la migliore offerta e, selezionando il prodotto desiderato, è reindirizzato al sito del venditore, anche se, spesso, l’acquisto viene poi effettuato off line.

Un acquisto sempre più responsabile, con consumatori informati ed esigenti, a cui è necessario rispondere con un’offerta di contenuti informativi all’altezza delle aspettative, diffusi attraverso piattaforme web che siano in grado di assecondare questa tendenza in forte crescita in Italia.